giovedì 21 maggio 2009

Amare? Cioè? Bho!

Un giorno inizi a chiacchierare con una persona, e sorridi sorseggiando un caffè che sembra dolcissimo: sei troppo persa nei suoi occhi per accorgerti che hai dimenticato di aggiungere la zucchero. E poi si ride, si gioca, ci si rincorre nelle frasi e negli sfioramenti, un pizzico di ancestrale pudore per celare l’imbarazzo e la timidezza e l’intensa emozione di un batticuore troppo difficile da gestire. Tutt’intorno lo sfondo diventa sfocato e sparisce, il mondo si ferma e restate solo voi due, pronti a scoprivi, a leggervi, a sussurrarvi parole tenere per poi perdersi tra le lenzuola di una sfrenata passione…e nasce una storia d’amore. Diventa bello far la spesa, andare al cinema, passeggiare senza ombrello sotto la pioggia estiva, giocare a palle di neve, raccoglier fiori e camminare in equilibrio sul bordo del marciapiede perché se cadi c’è sempre chi ti tiene per mano e ti sorride. Passano i mesi e qualcosa comincia a cambiare, le discussioni non si concludono con il solito abbraccio ma sbattendosi il telefono in faccia, non ci si guarda con la stessa emozione che ci faceva palpitare, l’incazzatura non si spegne in un bacio e l’arcobaleno comincia a non apparire più dopo il temporale. La pazienza e il limite di sopportazione hanno raggiunto la cima, ora è tutta discesa libera verso la disfatta. Ma dove sono finiti i baci, gli abbracci e i sorrisi? Pensavi durasse per sempre e invece i sogni cominciano a infrangersi uno dopo l’altro sugli scogli della realtà con i suoi problemi, i suoi sconvolgimenti e le sue difficoltà. E’ facile innamorarsi, ma è difficile riconoscere qualcosa di unico e speciale quando lo incontri. Eppure sarebbe più facile, sarebbe più semplice riuscire a fare un patto con se stessi prima che con l’altro; forse se riuscissimo ad innamorarci dei difetti dell’altro, dei suoi piccoli errori, delle sue cattive abitudini, delle sue insopportabili smorfie e dei suoi singhiozzanti cattivi umori, avremmo il resto della vita per scoprire cosa nasconde di bello e di meraviglioso che può donarci giorno dopo giorno per l’eternità(o almeno per quel che durerà).

24 commenti:

Pupottina ha detto...

inizia sempre così ed è la migliore delle esperienze che la vita ci doni, anche se alle volte va a finire male, è sempre qualcosa di unico e che ci fa sentire davvero vive/i
buon weekend

∞? ha detto...

L'infinito, come l'eterno, non esiste.
L'amore perciò è destinato a morire, ma se c'è qualcuno il quale ha le prove (dopo anni) del contrario, please, fatemi un fischio che inizio a dubitare di questa mia triste idea.

Stefano ha detto...

Purtroppo la vita è fatta così cara Roberta! Hai Ragione!
Bel post. Ciao da Stefano di Semplici Conversazioni

darksecretinside ha detto...

Bè...cara Roberta, le cose in realtà sono molto più complicate. Noi esseri umani, crediamo che quando proviamo dei sentimenti, siamo speciali a priori...noi esseri umani pensiamo spesso che ci si può piacere sempre e se ci si è piaciuti all'inizio, questo può accadere ancora, nel dopo, nel poi, nel futuro, andando solo a crescere.
ERRORE!!!!
L'inizio, spesso, è bello e ci si piace, solo perchè accade che in noi s'instaura una "proiezione" dell'altro/a che solo raramente è allineata con la realtà. A testimonianza di questo, c'è proprio l'esito, del poi, della conoscenza, dove spesso non ci continuiamo a farci piacere e non continuiamo a piacere...solo perchè in grado di provare tali sentimenti....per questo...esiste la frequantazione, la conoscenza e per questo deve assolutamente, da subito, vigilare il dialogo ed i confronti, per smascherarci, per smascherare una personalità, un essenza che è certamente, d'impatto velata da ardori, attrazione e soprattutto da quella percezione distorta che si è insinuata nel nostro inconscio....ma è una proiezione alla quale mancano elementi reali da valutare...quindi restano creazioni di un carattere, di qualcuno che è molto più simile a come lo vorremmo ed a come preferiamo lui sia.....ma poi, quando arriva "il cavallo buono che si vede a lunga corsa" al traguardo ed infrange quella proiezione....subiamo la delusione (della quale siamo noi stessi i colpevoli) e così...retrocedendo si arriva...al "ciao è stato un piacere, ma non ti sopporto, non me piaci pè niente" sottile e sottointeso....
ecco perchè tutto ciò accade...
Scusa il lungo commento....ma questi temi sono strarimurginati, conclusi ed archiviati nella mia mente.....
Un abbraccio.

Paola ha detto...

Eh si in genere gli amori finiscono (tranne qualche eccezione)... ma se come dici tu ti innamori prima dei difetti, e visto l'elenco che hai fatto, già eviti di innamorarti...no???
Cmq se è amore vero... puro... resiste... quando finisce è perchè cessa l'innamoramento...
Ciao ero da stefano di "semplici conversazioni" ho letto il tuo commento... troppo forte!!! e sono passata a conoscerti spero non ti dispiaccia...
Ti lascio una buona giornata e se ti aggrada farmi visita sei la benvenuta... ciao ciao

Guernica ha detto...

Se ci si innamora di tutte quelle caratteristiche (negative) elencate alla fine, è amore.
Funzina come un anestetico.Ti arrabbi anche, ma poi metti tutto da parte e si va avanti.
L'amore è passione ma per certi versi anche un compromesso.
Pur sempre un bel compromesso se si incontra la persona giusta.
Trovarla è difficilissimo.
Può anche non accadere in una vita intera.
Ma se la si trova...bisogna buttarsi e dopo.Sarà quel che sarà.

Un bacio!

pasticcino ha detto...

Ciao Roberta, eccomi qui a ricambiare la tua visita :-)

bello questo tuo post, molto vero e condivido appieno il tuo pensiero finale..... molto meglio passare la vita sapendo di avere solo pregi da scoprire ....
sarebbe un stimolo in più

Buona giornata ciaooooo

Massimo ha detto...

Hi Roby,
bellissimo post. Mi piace la prima parte...le seconda un po meno..ma, c'est la vie.
Vale la pena di VIVERE tutti i momenti positivi che la vita ci può regalare, tanto è sicuro che poi i problemi prima o poi arrivano, comunque vadano le cose, quindi.. godiamoci la prima parte..
Ti auguro un ottimo week end

Anonimo ha detto...

Tutto inizia sorseggiando un semplice caffè.... ma bisogna prenderlo questo caffè!!!!

Anonimo ha detto...

Cara, tornerai a parlare presto del sesso, vero?

Mamma

Paul ha detto...

Non c'è niente di più pericoloso di un caffé che sembra dolce :)))

*Vale ha detto...

Certe storie vanno a fasi...

poi non capisco quelle coppie che litigano 24/7 e litigano come pazzi e dopo 5 minuti si mandano sms che scoppiano d'amore e poi litigano perchè l'altro aveva il cell spento e non ha risposto subito...avessi una storia del genere troncherei immediatamente.

E`anche vero che l'amore accieca tanto da non farci scorgere che ci facciamo del male...

indierocker ha detto...

ciao, bel blog, ripassero' per leggere di piu'...
(indie r. proveniente dal blog di marcus)

Marcus ha detto...

Ciao Roberta, condivido l'amarezza di fondo del tuo post. Anche a me fa un brutto effetto l'amaro in bocca e l'ennesima delusione. Vedevamo l'azzurro intenso a portata di mano, lo volevamo con tutte le nostre forze, lo abbiamo avvertito sulla pelle, con la mente, con il cuore. E poi, all'improvviso, non c'era più... Non hanno molta importanza i motivi a quel punto: lo hai perso e basta. Poi però ti riaccade e allora pensi che c'è qualcosa che non va o che tutti quelli dell'altro emisfero siano degli str*@?!... e per anestetizzare tutto ciò (come mi pare abbia scritto bene dark) fai quello che dici nel post: ti sforzi di innamorarti dei difetti altrui.
Ora, però, voglio dirti questo: e perchè non fare una sana e se vuoi dura e se vuoi spietata autocritica sul nostro modo di interagire con l'altra persona, sul nostro modo di portare avanti un rapporto, sul nostro modo di inquinarlo, sul nostro modo di concluderlo. Cioè, siamo davvero sicuri che motivi e colpe vadano sempre cercati fuori da sè? Se riuscissimo a parlare con onestà ed umiltà a noi stessi allora sì "avremmo il resto della vita per scoprire cosa nasconde di bello e di meraviglioso", come giustamente scrivi tu.
Almeno, questo è quel che credo. Un grande abbraccio.

Anonimo ha detto...

Eccomi...credo che i difetti comincino a rendersi evidenti quando la passione iniziale lascia spazio all'amore più consapevole...se è vero amore forse i difettucci...le smorfie..le risposte insensate e tot. irritanti...i week-end da nonnetti a casa...le cene in due ammutoliti avanti ad un piatto...bhe forse tutto si potrebbe accettare... o no?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!? :-) :-) :-)

arzach ha detto...

bello quello che hai scritto. hai centrato l'essenza delle cose ... e il fatto che è sempre un gran casino, un piacevole gran casino, innamorasi di qualcuno ..anche se poi le cose vanno un po cosi ...

Roberta ha detto...

Risp.Pupottina: Comunque vada sarà un successooo!

Risp. ∞?: Non sarò certo io a fischiare e visto il tuo nivkname comprendo anche la tua perpòessità circa l'esistenza dell'infinito!

Risp.Stefano: Purtroppo o per fortuna, è da stabilire...

Risp.darksecretinside: Se si arriva al Ciao è niente...il problema è quando ci si comincia a lanciare i pietti dietro!:-)
Ps.Non riesco a lasciare commenti sul tuo blog xkè mi da impossibile visualizzare pagina!Uffa!

Risp.Paola: Ma siii...vieni a trovarmi quando vuoi! Sei la benvenuta!

Risp.Guernica: E si, sarà quel che sarà o quel che non sarà:-)
Bacio!

Risp.pasticcino:...ma la vita insegna che non è sempre così! Un bacio

Risp.Massimo: Ma sii, l'importante è godersela sempre e cmq!

Risp. Anonimo: E allora cosa aspetti? Vallo a prendere!

Risp.Anonimo: Beh "mamma" non so...ma sarai avvertita, don't worry;-)

Risp.Paul: Qualcosa mi dice che sei stato ferito da un caffè;-)

Risp.Vale: Non posso che darti ragione!

Risp.indierocker: Torna quando vuoi!

Risp.Marcus: Lo so è difficile trovare la famosa trave nel proprio occhio! Baci

Risp.Anonimo: un viagra sentimentale no eh???? Scappa finche sei in tempo!

Risp. arzach: Bisogna provarci sempre!

UIFPW08 ha detto...

Ricordati che il fidanzamento è un modo più pieno di conoscersi...poi tutto il resto lo lascio dopo il matrimonio, alla lunga si vedono sempre i risultati.

Paul ha detto...

Ti saranno capitati in qualche lezione d'inglese (o in qualche film di Hugh Grant) i versi di Auden:

He was my North, my South, my East and West,
My working week and my Sunday rest,
My noon, my midnight, my talk, my song,
I thought that love would last for ever; I was wrong.

Roberta ha detto...

Rips. Paul: La vita mi ha insegnato che nulla è eterno tranne il ricordo di ciò che abbiamo vissuto con passione e con ardore e che farà parte di noi stessi per sempre!

Anonimo ha detto...

@ roberta : 0vvio e che sennò che ci stiamo a fare qua? ciao Arzach

Inés ha detto...

..l'amore è sempre una strada in salita, difficile e tortuosa.
Mostra subito la sua faccia vera, quella che si cela dietro i sorrisi, gli abbracci, gli arcobaleni, le promesse i progetti.. conosciamo benissimo il copione, uguale a se stesso da millenni..eppure ne siamo sempre misteriosamente coinvolti.
Avevo detto: "BASTA! non m'innamorerò più..!" ...

Lucid dream ha detto...

Ti sbagli Roberta; i ricordi non sono eterni, sbiadiscono, diventano polverosi, anche quelli di un grande amore o di una passione che ti è parsa incontenibile.
Pendant que la marée monte
et que chacun refait ses comptes
J'emmène au creux de mon ombre
des poussieres de toi
le vent nous portera

Alessandra ha detto...

Cara Roberta,
io ho passato un matrimonio come quello che descrivi.
Ora che è finito, ho conosciuto un uomo con il quale ho imparato che l'unica cosa che può alimentare l'amore è il dialogo. Non si può sempre sopportare tutti i difetti dell'altro, quando fanno nascere rabbia in noi. Ma si può parlarne. L'amore "tiene" fino a quando ognuno è in grado di mettere in discussione sè stesso, cercando di cambiare, e di dialogare con l'altro per ciò che alla lunga distruggerebbe l'amore.
Comunque il vero amore è desiderare e gioire e contribuire alla vera felicità dell'altro: quando questo è in entrambi, è difficile che l'amore finisca.