sabato 17 gennaio 2009

Pene vs Vagina (...per una notte e via...)


Un giorno Pene si trovava sul bus per tornare a casa, stava leggendo tranquillamente “Le mille e una botta” quando, di sfuggita tra la folla, intravide una sua amica e la chiamò:”Ehi Gina, come ti va?”
G.-”Ciao !!! A me tutto pene e a te?”
P.-“Anche a me, ho sempre Da Fare”
G.-“Effettivamente non ci vediamo da un sacco di tempo…cosa hai fatto in tutti questi anni?”
P.-“Ho terminato gli studi in ginecologia applicata con una specializzazione nel campo In tempo di guerra ogni buca è trincea. E tu?”
G.-“Dopo averti conosciuto ho fatto un master in Belli e dannati con due anni di tirocinio che mi hanno specializzata nel settore Ti fotto io prima che mi fotti tu. ”
P.-“Si, lo conosco, ho letto qualcosa in proposito..mi sa che lo tengono presso l’università Fregami dolce, giusto?”
G.-“Si, esatto. Per organizzarlo hanno contattato l’équipe dei Bastardi dentro
P.-“Sai che non mi viene in mente l’ultima volta che ci siamo visti?”
G.-“Figurati, non mi meraviglio, anche perché è stata l’unica! E’ già tanto che dopo quella serata nella discoteca One Night Stand e poi la notte passata a casa da me, tu ti sia ricordato il mio nome ”
P.-“Comunque scusami se la mattina seguente sono scappato via, ma avevo un impegno inderogabile”
G.-“Di domenica mattina all’alba?”
P.-“Ehmmmm…beh, si…dovevo fare il chierichetto a messa”
G.-“Vabbè, volendo bastava anche una telefonata”
P.-“Ti giuro, avrei tanto voluto ma avevo la Wind scarica, la Vodafone senza soldi, la Tim non prendeva, alla Tre mi è scaduta la scheda e la Telecom mi ha tagliato la linea telefonica di casa perché mi sono dimenticato di pagare l’ultima bolletta!”
G.-“E il contatto Messanger che ti ho lasciato scritto sul biglietto?”
P.-“Guarda, non ci crederai mai ma l’avevo messo nei jeans, poi li ho messi a lavare con il bigliettino in tasca ed è diventato illeggibile..che peccato!”
G.-“E la mia amica? So che vi siete incontrati per strada, avresti potuto chiederlo a lei?!”
P.-“Si avrei potuto ma poi sono partito per la Groenlandia e non ho avuto occasione di contattarti”
G.-“Immagino.”
P.-“Però se vuoi ci andiamo a prendere un caffè, se ti va”
G.-“Verrei volentieri…”
P.-“Andiamo adesso allora, dai!”
G.-“No, ora non posso. Sai, ho un impegno inderogabile”
P.-“Ah si, e che impegno? A messa pure tu?”
G.-“Veramente no,…ti ricordi quel bel tipo con jeans e camicia che era con noi quella sera?”
P.-“Ah,si…Pene il Grande, è il mio migliore amico…beh?”
G.-”Beh, dopo che sei andato via tu quella mattina ho chiamato lui”
P.-“Mho però..e che Cazzo!”
G.-“Esatto, enorme!...Allora lo conosci bene pure Tu!!!”
G.-“Oh guarda, è arrivata la mia fermata devo scendere, ciao!”
P.-“Ciao”
Scese dal bus e contenta, soddisfatta e orgogliosa si perse nella folla.

2 commenti:

Bari Blogs ha detto...

Ma, Roberta, che cos'è questa buca nera a forma di testa di topolino sul petto della donna nella figura? Io non ho mai avuto la fortuna di poter studiare all'Università di Fregami Dolce (sono brave le professoresse?), ma al Royal College of Lower Education ci insegnavano che la vagina si trova molto più in basso. Effettivamente, però, in donne che hanno solo una gamba centrale come questa qui, è logico spostare l'ubicazione dell'organo genitale. A proposito, Pene il Grande, dove ce l'ha?

Roberta ha detto...

Risp.BariBlog: Distaccandomi da qualsiasi tentativo femministico di scatenare inutili rivalità a mio avviso atavicamente superate, l'immagine riassume perfettamente la differente logica con cui l'uomo e la donna s'avvicinano al sesso opposto. Più semplicisticamente ci si focalizza sulla diversa dislocazione dell'organo con cui si vive una occasionale situazione sessuale. Prima che altri lettori si scaglino contro di me per dar vita alla difesa del sesso maschile, dò atto del fatto che oggi come oggi sia l'uomo che la donna hanno furbescamente intrapeso una filosofia di vita libidinosamente libertina priva di responsabilità e condivisione.
Detto questo, mio caro Bari Blog anche se hai studiato presso il Royal College of Lower Education, credo (e in maniera non del tutto infondata) che anche tu abbia nel tuo modico fatto un piccolo stage presso l'università Fregami Dolce!!! Anzi, più che entrare in contatto con le professoresse di quell'istituo, credo che sia proprio tu a poter fornire alla società qualche vivo esempio nel settore :-)
Sia l'uomo che la donna non sono privi di una gamba, è una rappresentazione stilizzata dei due sessi...Non hai mai visto le immagini dietro le porte dei wc?!
Sull'ubicazione dell'organo genitale di Pene il Grande non ho informazioni dettagliate al momento...ma appena lo scopro, anche a costo di ricorrere a "faticose indagini investigative" ..ti faccio sapere ;-)