sabato 7 febbraio 2009

La bellezza esteriore non conta............ormai canta


Ultimamente la cura e il benessere del proprio corpo sono diventati un bersaglio di interesse da parte dei media, della pubblicità e dei poveri comuni mortali che con lo spirito emulativo di una pecora pensano di far miracoli con poche cremine.
Ebbene si, dalle salutari passeggiate in fattorie e masserie si è passati alle beauty farm (pecore prati e formaggi si sono trasformati in massaggiatori lettini e incensi, non si beve più il latte appena munto ma il tè appena fatto); dai percorsi ginnici in montagna e nei boschi si è passati ai percorsi nei centri benessere; dal massaggio del proprio uomo tra le lenzuola si è passati all’idromassaggio. Non parliamo poi dello spasmodico e compulsivo uso che si fa delle parola “terapia”, ebbene si… dalla terapia medica che lo specialista forniva con la cartella clinica di dimissioni all’uscita dall’ospedale si è passati alla cromoterapia, aromatherapy, idroterapia, cretino terapia, …insomma la parola terapia oggi è diventata trendy e “I have a dream” (scusami M. Luther King se ho scomodato te!) è diventato “I have a solution!”.
Creme, cremine, fanghi, impacchi, maschere (e non quelle di carnevale, anche se si avvicinano molto) sono diventati il modo più semplice e meno faticoso per gettare i soldi dalla finestra. Così quando andiamo nei negozi specializzati troviamo: la crema rivitalizzante, la crema riposante, la crema anti-rughe, la crema agli oli essenziali di fico secco, la crema al succo di albicocche concimate con cacca di pecora anziché di mucca, la crema all’aloe vera(attenzione, c’è pure quella falsa! Se v’imbrogliano smascherateli subito scrivendo a mimandaraitre@emhoso’cazzituoi.com),la crema mare e monti(ebbene si, si applica sulla pancia per sgonfiarla dopo aver mangiato l’omonima pizza), la crema rassodante (quasi quasi provo a metterla nell’impasto quando non mi cresce il pan di spagna). Pensate, inoltre, che ognuna di queste va applicata su parti del corpo diverse: cos’ vedrete lui e lei che prima di andare a letto passano due ore in bagno (e non, come credete voi, per indossare capi d’abbigliamento sfiziosi per una notte di sesso folle) per impomatarsi tutti dalla testa ai piedi (la crema per rassodare le tette, quella per allungare le grazie maschili, quella per le rughe sul contorno occhi, quella per gonfiare addominali e bicipiti, quella per far splendere la pelle al sole)…e sono così unti e pieni che si danno un piccolo bacio sulle labbra per augurarsi la buonanotte perché se si abbracciano con tutta quella roba spalmata addosso altro che “super attak unisce e non tradisce” …non si scollerebbero più. Non parliamo do tè e tisane: il tè verde, giallo, rosso, nero, blu (altro che differenze razziali…qui tutto il mondo è paese!) a seconda delle esigenze: quello drenante, quello coagulante, quello asfissiante, quello stressante…Ormai buttiamo giù compulsivamente tutto quello che l’erborista ci dà. Se un giorno confondiamo il bicchiere del tè verde con quello in cui avevamo poggiato lo Svelto per i piatti, berremo anche quello e poi ci porteranno correndo in ospedale per una lavanda gastrica e noi crederemo di aver ricevuto in omaggio, come millecentesima cliente, un trattamento gratis di massaggi per la pancia.
Un giorno, poi, come se non bastasse ci svegliamo e ci vediamo una figa da urlo in tv(dimenticandoci dei miracoli della cosmesi) con tutti i pezzi giusti al posto giusto senza un filo di cellulite (ma poi, cos’è questa moda della cellulite? Tutti ne parlano, nessuno la vuole, ma tutti ce l’hanno..bah!) e decidiamo di fare giusto qualche piccolissimo (almeno così era stato definito all’inizio) ritocchino di chirurgia plastica (per chi ha soldi da buttare in queste stronzate …dateli a me e parto per il giro del mondo senza ritorno!). Così si entra in cura come Eva, la moglie di Adamo e si esce come Eva Henger, la moglie dei calendari: le labbra sembrano due gommoni della guardia di Finanza, le tette stanno così su da potersi sostituire alle tonsille, gli zigomi sono così tirati che se starnutisci la faccia ti finisce in mille pezzi tipo puzzle e il sedere è così duro che Michelangelo con martello e scalpello potrebbe dar vita a un secondo David. Ma poi, lo sapete che riciclano la vostra pelle? oh mio dio! Ebbene si, il chirurgo fa un decoupage (e pensare che credevo si potesse fare solo con carta e stoffa) con le vostre carni:”trallallerò trallallà…stacco qui, attacco qua”.
E questo per quel che concerne le donne; non parliamo poi degli uomini…Contro la calvizia si concimano la testa come l’ortolano pianta i pomodori nel suo orto. E quando iniziano a depilarsi? Rischiate di andare in bagno e trovare vuota la confezione di strisce della ceretta perché il vostro ragazzo s’è depilato il petto e un giorno non meravigliatevi se vi chiederà in prestito la pinza per le sopracciglia…anche lui vuol farsi bello! Quando arriverà a chiedervi di cotonargli i capelli con phon e bigodini, fate le valigie e scappate perché il prossimo passo sarà provare le vostre scarpe col tacco. Ebbene si, se prima volevate il macho rude e un po’ selvaggio, ora dovete tenervelo depilato e un po’ ortaggio (Davvero con tutte queste cure rischia di diventare un po’ finocchio).
E dunque cestinando questi fantomatici elisir della bellezza la cosa più assurda sapete qual è ? In pratica, nonostante tutte queste cazzate, quando l’uomo abbraccia la sua donna vuole palpare la carne vera, la carne viva e non delle palline di silicone e le donne vogliono violentare un corpo che non puzzi di olio di semi di cicoria e che sia più liscio e pelato di un melone…Voler bene al proprio corpo sì, storpiarlo no..e che cavolo! E ve lo dice una che con la Bellucci non ha in comune nemmeno lo starnuto durante l’influenza, ma sinceramente non me ne frega nulla! Per questo ascoltate me: fate un po’ di attività fisica, mangiate bene e schifezze ogni tanto e godetevi la vita perché più del botulino e della ceretta, quello che vi deve soddisfare è una sana s…. ehm, scusate…un buon rapporto sessuale ;-) ….viva l’amore, viva il sesso, viva le lasagne e la Nutella!

6 commenti:

Amaracchia ha detto...

Oh ecco, la conclusione del post era esattamente quello che avevo bisogno di sentirmi dire. SAnta donna :)

Roberta ha detto...

Risp. Amaracchia: Più che santa...felicemente umana!!!;-)

Anonimo ha detto...

giusto...guarda qua 8 kili in un anno e mezzo...evviva pasta e suriaca :-)

Anonimo ha detto...

ero io con pasta e suriaca...tweety

Roberta ha detto...

Risp.Tweety: Stai meglio ora che non prima...credi a me!!!

Dott.sa Freud ha detto...

:)))