venerdì 6 marzo 2009

Punto e a capo

Da quando nasci e poi nel corso degli anni vivi tante di quelle esperienze che ti cambiano, in bene o in male ma che comunque ti aiutano a crescere. Vivi tante storie, baci diverse labbra, assapori più di un profumo e senti scorrere diverse mani sul tuo corpo. Ma c’è un momento nella vita in cui scopri te stessa negli occhi di una sola persona, riscopri la tua anima nelle sue parole e senti battere il suo cuore nel tuo corpo. Mentre ti abbraccia senti che non c’è nulla di più bello e di più emozionante al mondo perché il mondo si schiude lì, tra le sue braccia. Purtroppo non tutte le favole, almeno su questa terra, hanno un lieto fine; capita a volte che anche le cose belle finiscano e passino, ma non si dimenticano. Così scopri che all’inizio lo cerchi negli occhi, nelle mani, nei sogni di tutti gli altri ragazzi che incontri; ogni film, ogni canzone, ogni fotografia parla di voi e dei vostri ricordi. Nessuno potrà mai prendere il suo posto nella tua vita, nulla cancellerà mai le erotiche e passionali sensazioni che vi hanno unito dentro e fuori le lenzuola mentre un insoffocabile istinto carnale palpita ogni volta che vi rincontrate. Vivervi è stato meraviglioso, lasciarvi è stato un eterno morire. Il tuo cuore non trova pace e credi di non riuscire più a sentire il profumo della primavera. Inutile negarlo, le teatrali conclusioni shakespeariane d’impronta tragica non esistono più, ma nulla ti impedisce di portarti dentro tutto quello che hai avuto la fortuna di sentire, respirare, vivere insieme a lui e che l’ha reso l’uomo della tua vita. Non si può scordare il Paradiso dopo averlo conosciuto ma passando attraverso l’Inferno, c’è la possibilità di raggiungere almeno il Purgatorio. Così quando le taglienti lame della tristezza s’affievoliranno forse ricomincerai a volgere lo sguardo altrove alla ricerca di una nuova storia e forse,chissà, di un nuovo amore. All’inizio sarai spinta da una compulsiva voglia di gettarti a capofitto in avventure insensate; poi, stanca e insoddisfatta dallo svendersi ad occasionali esperienze che non rimarginano le ferite, stroncata da un simile annichilimento della tua umanità sentimentale,inizierai a cercare un’altra persona a cui voler bene. Inevitabilmente partirà il confronto e modellerai tutti i nuovi ragazzi sull’ideale del tuo amore, sarai inquieta e incontentabile, in preda alla confusione e al turbamento. Se è vero che tutto inizia e tutto finisce, di sicuro ci sarà sempre nella vita qualcosa che termina e un’altra che incomincia, estate e inverno s’alternano…perché non può accadere con le storie d’amore? Allora alziamoci da letto, alziamo la tapparella della stanza per lasciarci accarezzare dal sole (e se piove basterà accendere la luce!) e spariamo la musica a tutto volume…se inizia un altro giorno, inizierà anche una nuova vita. E in attesa che cambi la pagina del libro che cerchiamo così faticosamente di portare a termine, possiamo anche chiamare un’amica per annegare in una coppa di gelato o per organizzare un’ubriacata generale in un locale col karaoke.
La fortuna è dietro l’angolo…se non giriamo come facciamo a trovarla?!?

8 commenti:

O'Keeffe ha detto...

"Se ti tagliassero a pezzetti
il vento li raccoglierebbe
il regno dei ragni cucirebbe la pelle
e la luna tesserebbe i capelli e il viso
e il polline di Dio
di Dio il sorriso"
[De Andrè]

Roberta ha detto...

Risp. O'Keeffe: "E quando ti troverai in mano
quei fiori appassiti
al sole di un aprile
ormai lontano li rimpiangerai.
Ma sarà la prima
che incontri per strada,
che tu coprirai d'oro
per un bacio mai dato,
per un amore nuovo"
[De Andrè]

dilaudid ha detto...

che bella coppia! dovesse nascere un bambino immagino già la musica che ascolterà.

Roberta ha detto...

Risp. dilaudid: le affinità vanno cercate nel mondo reale non virtuale!:-)

dilaudid ha detto...

puoi partire dal virtuale ed arrivare al reale.
anche O'Keeffe porta il reggicalzino, mi ha insegnato tutto quel poco che so sulle donne.
è un sant'uomo...

Roberta ha detto...

Risp. dilaudid: devo crederti sulla parola perchè non conosco nè te nè lui:-)))...

Anonimo ha detto...

fino a "confusione e turbamento", sembra che abbia scritto io...poi, per fortuna, arriva la parte ottimistica, che purtroppo però, non mi appartiene...
meno male che ci sei tu a scriverla!!!
un bacio,
ti

Roberta ha detto...

Risp. Ti: Allora se sei giù chiamami e ti aiuto a riprendere quota! Un bacione